*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Continuo qui le mie riflessioni sulla scelta PPC / SEO.

Parliamo dei vantaggi del SEO.

  1. E’ gratis (almeno così dovrebbe essere, oggi in realtà non è spesso così).
  2. E’ meno attaccabile nel lungo periodo (in effetti dopo una buona ottimizzazione è più difficile per i competitor entrare sul mercato). C’è quindi una maggiore barriera all’entrata.
  3. Consente di ottenere volumi di traffico molto elevati spesso non ottenibili con il PPC a parità di costi.
    C’è però da dire che è un traffico di qualità inferiore rispetto a quello del PPC, in quanto il cliente arriva alla pagina che il motore di ricerca sceglie, spesso non ottimizzata per accoglierlo ma solo per essere trovata dai motori.
  4. Una buona ottimizzazione per alcune chiavi di ricerca porta automaticamente ad un buon posizionamento anche di tutte le successive chiavi di ricerca che si inseriscono nel sito.
    Ciò è MOLTO MOLTO importante ed è ad oggi il più grande vantaggio di un buon lavoro a livello SEO.

Come vedi quindi anche il SEO ha la sua bella utilità.
Dal questo punto di vista una risorsa che trovo particolarmente interessante è quella di BioRanking, un corso per ottimizzare le proprie pagine web senza preoccuparsi troppo dei capricci dei motori di ricerca (che cambiano spesso le loro regole di posizionamento).
Se vuoi saperne di più puoi andare qui a vedere di cosa si tratta.

In un prossimo articolo trarrò le mie (personalissime) conclusioni su come utilizzare al meglio una strategia congiunta SEO / PPC.


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***