*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


In un precedente post facevo delle riflessioni sulla pubblicazione degli ebook come "rendita automatica".

E’ bene sapere che, una volta pubblicato, è compito dell’autore "tenere vive" le vendite dell’ebook nel tempo, attraverso diverse strategie e un certo quantitativo di "tempo" utilizzato.

Pubblicare un ebook quindi è oggi la strada che mi sento di consigliare a chi vuole guadagnare online o creare un info business, ma vorrei che chi pubblica sapesse che se veramente ci tiene che il suo messaggio circoli, è necessario altro lavoro da parte sua oltre alla semplice scrittura dell’ebook.

Anzi possiamo tranquillamente affermare che il lavoro della scrittura dell’ebook vale il 20% del lavoro totale necessario a vendere nel tempo.

Lo so bene io, che ho scritto alcuni degli ebook che (confrontandomi con la media dei colleghi) sembrano godere di una vita molto lunga nel mercato italiano, tanto da essere considerati ormai dei "classici" o degli "evergreen".

E’ anche vero però che li revisiono profondamente una volta all’anno, e che faccio molto lavoro di marketing intorno ai libri in questione (non è certo questo che intendo con "rendita automatica").

Inoltre perché l’ebook si trasformi in un Internet Business Vincente servono anche altri fattori importanti, che pochissimi usano. Ma di questo parlerò in un altro post.

Parlando di rendite automatiche invece ciò che secondo me più si avvicina ad una rendita automatica è Google AdSense, in quanto il tempo necessario per creare dei siti "AdSense Compatibily" è relativamente poco, ma ancora meno è il tempo necessario per la gestione del business.

Ho visto (e continuo a vedere) pagine AdSense create mesi e mesi fa che rendono 30 dollari la settimana. Non è molto è vero, però sono completamente "workless".

Ne parla ovviamente Silvio nella "Bibbia".


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***