Conversazioni di Web Marketing a Venezia: Video Intervista di Giulio Marsala e Nicola Fiabane. Parte 3: Come mai i prodotti di Marketing costano così tanto?

Scritto da in Back End, Tool Parole Chiave, Trovare Clienti, Video Intervista, Video Interviste | 7 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Arriva (a grande richiesta) la terza puntata delle "Conversazioni di Web Marketing", il dialogo "sui massimi sistemi" (di marketing s’intende :)) tra Giulio Marsala e Nicola Fiabane.

La cosa divertente di questo video è che ho voluto chiedere a Nicola Fiabane la domanda che chi vende prodotti di Marketing non vorrebbe mai sentirsi fare:

"Nicola, perché alcuni corsi di Marketing sono così costosi???"

Ovviamente mi avete fatto questa domanda in email, e io (giustamente) ho dribblato passando la palla a Nicola :)

A parte gli scherzi, Nicola in 4 minuti esprime il nostro (mio e suo) punto di vista, dando anche informazioni utili su come si formano i prezzi nel mercato dei prodotti digitali.

Buona visione (e siate buoni con i commenti :) ).


1.3 Perche’ alcuni corsi di marketing sono cosi’ costosi? from contiend on Vimeo.

Questo video apre una problematica pratica assai più ampia, e cioè: come è possibile vendere a prezzi più elevati?

Eccoti 3 tecniche specifiche, che puoi usare da subito nel tuo business:

1) un ROI elevato giustifica prezzi più elevati. Ed è il meccanismo di cui parlavamo per gli infoprodotti: informazioni che fanno guadagnare il cliente si riescono a vendere ad un prezzo più alto.

Sei in grado di dimostrare il ROI della tua offerta?

2) fai il confronto pere con mele. Questa è una famosa tecnica di copywriting. In pratica confronti il tuo prodotto non con altri simili, ma con un’altra categoria di prodotti dal prezzo più elevato. Ad esempio, se vendi un box doccia con idromassaggio puoi paragonarlo ad “un centro benessere a casa tua”.

Ti viene in mente un confronto “pere con mele” da fare per valorizzare il prodotto che vendi?

3) ampia l’area di beneficio percepita del tuo prodotto. Ad esempio, se vendi un servizio di realizzazione di campagne di marketing, offri all’azienda il beneficio di clienti e vendite in più. Tuttavia, puoi aumentare l’area di beneficio percepita se metti in evidenza come una campagna di marketing ben fatta e duratura offre anche vantaggi personali, riducendo lo stress e le preoccupazioni di svegliarsi al mattino per sapere come troverai i clienti…

Quali altri aree di beneficio risolve la tua offerta? In che modo puoi usare queste aree di beneficio aggiuntive per aumentare il valore percepito e quindi il prezzo a cui vendi?

Questo per oggi è tutto. A presto per un prossimo video!


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

Lead Generation, AdWords e Back End: l’inizio (e solo l’inizio!) del processo di Funneling

Scritto da in AdWords, Back End, Funneling, lead generation | 0 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Molti clienti quando fanno i "conti della serva" per capire se il loro business è profittevole o meno, non tengono d’occhio la visione d’insieme.

Ultimamente per esempio ho diverse persone che mi scrivono per chiedermi se la promozione di prodotti a basso margine è, nel loro caso, possibile.

Mi chiedono: "il mio margine AdWords è sufficiente per promuovere il mio prodotto, venderlo e guadagnarci pagando i costi"?

La risposta è quasi sempre no.

Eppure in ogni nicchia c’è sempre qualcuno che lo sta facendo, e lo sta facendo da molto tempo (pertanto o continua a perdere soldi, oppure ha trovato il modo di guadagnarci).

Qual’è il loro "segreto"?
E’ molto semplice: per loro la vendita del primo prodotto è spesso non profittevole, o è comunque a ROI = 0 (=spendono quanto guadagnano), ma sanno che un cliente che ha già acquistato un loro prodotto oggi sarà molto più propenso ad acquistare altri prodotti domani (ispetto a chi non ha mai acquistato nulla).

Ecco quindi che il loro vero obiettivo non è vendere QUEL prodotto che pubblicizzano con AdWords, ma piuttosto il prodotto a maggior costo che pubblicizzano con l’email Marketing solo DOPO aver acquisito il cliente.

Il sistema corretto prevede quindi la creazione di una struttura di marketing a prezzi crescenti che qualifichi sempre di più i migliori lead acquisiti, e permetta di creare quindi anche business molto profittevoli partendo da prodotti a basso margine operativo.


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

Lead Generation, AdWords e Back End: l’inizio (e solo l’inizio!) del processo di Funneling

Scritto da in Acquisire Clienti, Acquisizione Clienti, AdWords, Back End, Funneling, Google AdWords, lead generation | 4 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Molti clienti quando fanno i "conti della serva" per capire se il loro business è profittevole o meno, non tengono d’occhio la visione d’insieme.

Ultimamente per esempio ho diverse persone che mi scrivono per chiedermi se la promozione di prodotti a basso margine è, nel loro caso, possibile.

Mi chiedono: "il mio margine AdWords è sufficiente per promuovere il mio prodotto, venderlo e guadagnarci pagando i costi"?

La risposta è quasi sempre no.

Eppure in ogni nicchia c’è sempre qualcuno che lo sta facendo, e lo sta facendo da molto tempo (pertanto o continua a perdere soldi, oppure ha trovato il modo di guadagnarci).

Qual’è il loro "segreto"?
E’ molto semplice: per loro la vendita del primo prodotto è spesso non profittevole, o è comunque a ROI = 0 (=spendono quanto guadagnano), ma sanno che un cliente che ha già acquistato un loro prodotto oggi sarà molto più propenso ad acquistare altri prodotti domani (ispetto a chi non ha mai acquistato nulla).

Ecco quindi che il loro vero obiettivo non è vendere QUEL prodotto che pubblicizzano con AdWords, ma piuttosto il prodotto a maggior costo che pubblicizzano con l’email Marketing solo DOPO aver acquisito il cliente.

Il sistema corretto prevede quindi la creazione di una struttura di marketing a prezzi crescenti che qualifichi sempre di più i migliori lead acquisiti, e permetta di creare quindi anche business molto profittevoli partendo da prodotti a basso margine operativo.


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto
(C) GOOD MARKETING SYSTEMS LTD
PRIVACY, COPYRIGHT E TIPO DI LICENZA CREATIVE COMMONS