Punteggio di Qualità AdWords: Ecco la nuova variabile “Tempo di Caricamento della pagina”

Scritto da in AdWords, Google AdWords, Google AdWords Professional, Punteggio di Qualità | 1 commento


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Qualche giorno fa uno dei miei studenti, Francesco Tinti (che tra l’altro mi dà moltissima soddisfazione visti i suoi lavori di alta qualità) mi ha segnalato una interessante aggiunta nella già complicatissima formula del punteggio di qualità di Google, che sarà attiva entro qualche mese.

Per chi non lo sapesse (ma se mi segui dovresti saperlo) il punteggio di qualità o quality score è quell’algoritmo che controlla il "Sistema Parola Chiave" (ovvero principalmente Annuncio + Landing Page + Sito Web) e in base a quello determina in larga parte il prezzo minimo della parola chiave, e in minima parte il posizionamento dell’annuncio a parità di costo.

L’annuncio dell’ultimo periodo è che un nuovo elemento nel calcolo del punteggio di qualità sarà il tempo di caricamento della pagina.

In particolare ci sarà dato un nuovo tool che assegnerà un punteggio di "velocità" (sembra da 1 a 2) per farci capire se la pagina carica ad una velocità normale o ridotta rispetto alla media (media decisa da Google).

Inoltre ci verrà fornita l’informazione del numero di redirect che il nostro annuncio deve fare per arrivare alla pagina di destinazione, in modo eventualmente da ridurli nel caso il caricamento sia troppo lento.

Cosa comporterà questo per gli inserzionisti?
A mio avviso per il 99% degli inserzionisti, nessun cambiamento (né nel marketing, né nell’ottimizzazione della campagna).

Tuttavia è un sintomo di come Google cerchi sempre un’ottimizzazione estrema del suo algoritmo di qualità, visto che ultimamente gli aggiornamenti sono frequentissimi (nell’ordine di quasi uno al mese).

Se capisci l’inglese puoi saperne di più qui.


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

Guadagnare con AdWords e Business con AdWords: Versione 2008

Scritto da in AdWords, AdWords Ebook, Google AdWords, Guadagnare con Google AdWords | 2 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Da oggi sono disponibili le versioni 2008 delle mie due Guide di AdWords, Guadagnare con AdWords e Business con AdWords.

Per le differenze tra le due versioni ti rimando qui.

Gli aggiornamenti del 2008 sono:

  • Quality Score (Punteggio di Qualità): Aggiunte le NUOVE regole di Premium Position.
  • Chiariti alcuni punti importanti sulle corrispondenze (soprattutto come usare al meglio la corrispondenza generica).
  • Introdotto il nuovo tool di ricerca parole chiave di yahoo.
  • Introdotto il tool per le "typos" (come trovare gli errori di battitura più comuni).
  • Introdotta una sezione per estendere la propria lista di parole chiave.
  • Introdotta la possibilità di Cambiare Pricing nel Targeting per Posizionamento (Vecchio targeting per sito).
  • Introdotti nuovi TIP per scrivere annunci efficaci e differenziati dalla concorrenza.

Per il resto aggiornamenti SPOT come sempre verranno dati attraverso la mailing list e l’AutoResponder.


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

Lead Generation, AdWords e Back End: l’inizio (e solo l’inizio!) del processo di Funneling

Scritto da in Acquisire Clienti, Acquisizione Clienti, AdWords, Back End, Funneling, Google AdWords, lead generation | 4 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Molti clienti quando fanno i "conti della serva" per capire se il loro business è profittevole o meno, non tengono d’occhio la visione d’insieme.

Ultimamente per esempio ho diverse persone che mi scrivono per chiedermi se la promozione di prodotti a basso margine è, nel loro caso, possibile.

Mi chiedono: "il mio margine AdWords è sufficiente per promuovere il mio prodotto, venderlo e guadagnarci pagando i costi"?

La risposta è quasi sempre no.

Eppure in ogni nicchia c’è sempre qualcuno che lo sta facendo, e lo sta facendo da molto tempo (pertanto o continua a perdere soldi, oppure ha trovato il modo di guadagnarci).

Qual’è il loro "segreto"?
E’ molto semplice: per loro la vendita del primo prodotto è spesso non profittevole, o è comunque a ROI = 0 (=spendono quanto guadagnano), ma sanno che un cliente che ha già acquistato un loro prodotto oggi sarà molto più propenso ad acquistare altri prodotti domani (ispetto a chi non ha mai acquistato nulla).

Ecco quindi che il loro vero obiettivo non è vendere QUEL prodotto che pubblicizzano con AdWords, ma piuttosto il prodotto a maggior costo che pubblicizzano con l’email Marketing solo DOPO aver acquisito il cliente.

Il sistema corretto prevede quindi la creazione di una struttura di marketing a prezzi crescenti che qualifichi sempre di più i migliori lead acquisiti, e permetta di creare quindi anche business molto profittevoli partendo da prodotti a basso margine operativo.


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

Consulenti: come promuoversi online?

Scritto da in Acquisire Clienti, Acquisizione Clienti, AdWords, Google AdWords, InfoProdotti, lead generation, Marketing Consulenti, Trovare Clienti | 2 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Quando un consulente vuole promuoversi utilizzando il mezzo internet incontra spesso le seguenti problematiche "tipiche":

  • 9 volte su 10 le sue consulenze sono trasmissibili solo a livello locale, e non nazionale.
  • lavora in una microrealtà (lui e magari la segretaria) e dovendosi occupare di quasi tutto non può arrivare a gestire grossi volumi di business.
  • Risolto il problema del farsi trovare inoltre (ammesso che ci riesca), rimane il grosso problema di far capire il proprio valore al potenziale cliente che visita il suo sito. Ormai lauree e titoli accademici lasciano il tempo che trovano in questo senso, e anche il cosidetto "portfolio" perde sempre più di valore.

Un ottimo sistema di promozione in questo caso è quindi una "formula" con 3 ingredienti:

  1. Google AdWords (con targeting regionale)
  2. Lead Generation
  3. Infoprodotto (per creare autorevolezza, eventualmente anche gratuito).

Ovviamente creare una strategia vincente mescolando sapientemente questi 3 ingredienti non è cosa che riescono a fare tutti. L’ideale sarebbe avere un’azienda di professionisti che curi questo aspetto, ma spesso molte aziende non sanno nemmeno cosa significhino questi 3 termini (è interessante fare la prova entrando nella tipica "agenzia di comunicazione").

D’altra parte i pochi professionisti che si occupano di queste materie spesso non sono accessibili dalle microrealtà, in quanto il costo di gestione e ottimizazione di campagne come queste (a 3 stadi) è spesso oneroso data la grande mole di test necessari per trovare la formula giusta in ogni situazione.

Quale soluzione adottare allora?

La soluzione per il consulente è imparare a promuovere se stesso utilizzando degli strumenti informativi che siano corredati di template pronti all’uso per la risoluzione del problema specifico (una specie di campagna "preimpostata" sulle sue esigenze).

In questo modo acquistando tali template (corredati di videotutorial pronti all’uso) e dedicando il giusto tempo ad imparare a promuoversi (per esempio utilizzando la mia guida adwords) la strategia di promozione online diventa sostenibile nel lungo periodo dal piccolo consulente che ne può ricavare grandi soddisfazioni, fino ad utilizzare presto quello online come UNICO mezzo di promozione.

Attualmente fornisco tali template quando ricevo richieste specifiche di consulenze da parte di aziende, se fossi interessato non hai che da contattarmi.


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

Lead Generation: Campagne AdWords per Acquisire Clienti

Scritto da in Acquisire Clienti, Acquisizione Clienti, AdWords, Google AdWords, lead generation, Trovare Clienti | 1 commento


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Lead Generation, tradotto in italiano significa "come acquisire nuovi clienti".

Questo è un argomento "caldo" per qualsiasi realtà aziendale. Nel 99% dei casi l’azienda utilizza per acquisire il lead (=termine inglese che si può tradurre con "potenziale cliente") lo stesso sito "ufficiale" dove vende prodotti e servizi (magari nella sezione "contattaci").

Questa strategia si rivela spesso poco produttiva, infatti il sito ufficiale aziendale è spesso poco focalizzato sull’obiettivo lead, e per questo motivo converte poco (in pratica ci vogliono molte visite per ottenere un lead).

In pratica una bassa percentuale di visitatori riesce a recepire immediatamente il messaggio che l’azienda vorrebbe lanciare, perché distratta da molteplici messaggi che trova sul sito dall’azienda stessa.

Per questo motivo una strategia che si rivela spesso vincente nell’aquisire clienti è quella di creare una apposita pagina (landing page) nella quale condensare TUTTE e SOLO le informazioni utili per l’obiettivo acquisizione del cliente, informandolo solo successivamente di ciò che potrebbe disturbare tale processo.

Questa pagina viene poi pubblicizzata attraverso campagne AdWords efficaci con un adeguato copywriting "persuasivo".

Il risultato è che la percentuale di lead acquisiti a parità di traffico si alza drasticamente

Ovviamente scrivere una buona pagina è un’arte che necessita di uno studio importante… ne parlerò meglio in futuro.


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

AdWords Ebook: Business con AdWords o Guadagnare con AdWords?

Scritto da in AdWords, AdWords Ebook, Business con Google AdWords, Google AdWords, Guadagnare con Google AdWords | 0 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Una domanda frequente che mi fanno sui miei Ebook su AdWords è questa: quale è meglio NEL MIO CASO?

La versione "Guadagnare con AdWords" (che io chiamo "versione base") o la versione "Business con AdWords" (che io chiamo "versione avanzata")?

Innanzitutto devi sapere che tali ebook non sono uno l’upsell dell’altro.
Infatti all’interno di Business con AdWords c’è tutto il contenuto di Guadagnare con AdWords, più 50 pagine.

Cosa c’è nelle 50 pagine in più?
Diciamo il "livello successivo" ;)

Se la guida "Guadagnare con AdWords" si ferma al livello 7 (in una scala da 1 a 10), la guida Business con AdWords affronta altri temi, alcuni specificatamente legati al mondo Business (come vendere in Mercati B2B o vendere quando ci sono poche ricerche per un prodotto), altre legate ancora all’ottimizzazione della campagna.

Vengono in particolare affrontate nel dettaglio le opzioni avanzate dello strumento, responsabili di una gestione efficiente del budget pubblicitario (e spesso fondamentali nella gestione del ritorno sull’investimento).

Quindi la guida Business arriva al livello 9 in una scala da 1 a 10 :)

E il livello 10?

Il livello 10 fa parte della continua evoluzione della materia, che studio giorno dopo giorno con esperienza diretta e con la consulenza dei miei colleghi (principalmente statunitensi, ma non solo).

Ogni professionista contribuisce a creare il livello 10 con strategie nuove, esperimenti e test (che spesso condivide con i suoi partner) :)


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

AdWords Ebook: Guadagnare con Google

Scritto da in AdWords, AdWords Ebook, Business con Google AdWords, Google AdWords, Guadagnare con Google AdWords | 0 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Molti mi chiedono cosa si intende per Guadagnare con Google AdWords.

L’unico modo che esiste per guadagnare attraverso Google AdWords è vendere qualcosa.

Ecco cosa si intende. Impara a trovare i clienti per ciò che hai da vendere.

Nel mio ebook infatti parlo di questo: come imparare a gestire una campagna AdWords di successo allo scopo di vendere qualcosa.

Si può trattare di un prodotto proprio, oppure di un prodotto di altri. Ciò non è importante.

L’importante è la qualità del traffico che impari a portare alla pagina di vendita, e come tale pagina accoglie e gestisce tale traffico.

All’interno di questo ebook mi sono concentrato moltissimo sull’aspetto ottimizzazione campagna AdWords.

Ovvero non ho spiegato nel dettaglio come fare una landing page, come creare un funneling e cose di questo tipo. Mi sono invece concentrato nello spiegare come impostare una campagna adwords in maniera professionale, efficiente e scalabile.

Mi accorgo spesso infatti che le campagne AdWords di clienti che mi capita di gestire sono impostate in modo completamente "causale", senza una vera struttura.

Colpa anche di Google che spesso non dà i consigli giusti in questo senso. Probabilmente non per "cattiveria", ma per "eccesso di informazioni" e per… conflitto di interessi.

Ma di questo parlerò un’altra volta ;)


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

PPC (Google AdWords) o SEO? – Parte 4 -

Scritto da in AdWords, Google AdWords, Pay Per Click, PPC | 0 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


In alcuni post precedenti ho affrontato l’argomento SEO vs PPC.

Ora qui traggo le mie conclusioni.

Personalmente quando devo lanciare un business parto dal Pay Per Click.

Perché?
Perché è più immediato e perché consente di fare test e split test per iniziare a vendere fin da subito (facendo quindi ritornare presto l’investimento di sito web e campagna AdWords per il cliente).

Una volta ottimizzato sito web e campagna arriva per me il momento del SEO.

Per evitare però di trasformare il sito da una logica "user oriented" ad una logica "search engine oriented" (o per evitare di fare un mix tra le due che è cosa ancora peggiore) suggerisco al cliente di creare un blog aziendale.

Tale blog ha diverse funzioni: la prima è quella di spingere su tutta una serie di parole chiavi che attraverso il PPC abbiamo visto essere produttive. La seconda quella di coltivare ed "addestrare il cliente" alla tipologia di prodotto che il cliente vende (logica lead nurturing, di cui presto parlerò meglio).

Pertanto benvengano sia il PPC che il SEO, dal mio punto di vista sono da fare sempre entrambi. Ma anche l’ordine conta ;)


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

Pay Per Click (Google AdWords) o Search Engine Optimization? – Parte 3 -

Scritto da in AdWords, Google AdWords, Pay Per Click, PPC | 0 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Continuo qui le mie riflessioni sulla scelta PPC / SEO.

Parliamo dei vantaggi del SEO.

  1. E’ gratis (almeno così dovrebbe essere, oggi in realtà non è spesso così).
  2. E’ meno attaccabile nel lungo periodo (in effetti dopo una buona ottimizzazione è più difficile per i competitor entrare sul mercato). C’è quindi una maggiore barriera all’entrata.
  3. Consente di ottenere volumi di traffico molto elevati spesso non ottenibili con il PPC a parità di costi.
    C’è però da dire che è un traffico di qualità inferiore rispetto a quello del PPC, in quanto il cliente arriva alla pagina che il motore di ricerca sceglie, spesso non ottimizzata per accoglierlo ma solo per essere trovata dai motori.
  4. Una buona ottimizzazione per alcune chiavi di ricerca porta automaticamente ad un buon posizionamento anche di tutte le successive chiavi di ricerca che si inseriscono nel sito.
    Ciò è MOLTO MOLTO importante ed è ad oggi il più grande vantaggio di un buon lavoro a livello SEO.

Come vedi quindi anche il SEO ha la sua bella utilità.
Dal questo punto di vista una risorsa che trovo particolarmente interessante è quella di BioRanking, un corso per ottimizzare le proprie pagine web senza preoccuparsi troppo dei capricci dei motori di ricerca (che cambiano spesso le loro regole di posizionamento).
Se vuoi saperne di più puoi andare qui a vedere di cosa si tratta.

In un prossimo articolo trarrò le mie (personalissime) conclusioni su come utilizzare al meglio una strategia congiunta SEO / PPC.


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

PPC (Google AdWords) o Search Engine Optimization? – Parte 2 -

Scritto da in AdWords, Google AdWords, Pay Per Click, PPC | 0 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


In un precedente articolo parlavo dell’eterno dilemma: SEO o PPC?

Voglio elencare in questo post i vantaggi del Pay Per Click.

  1. Sei online (e visibile) subito. Diciamo 5 minuti.
  2. Hai un controllo diretto sul tuo traffico. Nel senso che puoi essere presente per tutte le parole chiave che vuoi fin da subito.
  3. Non devi ottimizzare la pagina perché sia trovata dal motore di ricerca.
    Al contrario devi ottimizzare la pagina perché sia accattivante per il cliente (ovvero perché il cliente compia l’azione che tu vuoi). Può essere ad esempio fargli lasciare l’email o, meglio ancora, fargli concludere la vendita.
    Di solito le pagine ottimizzate per il SEO sono confuse e non accompagnano il cliente per mano alla vendita.
    Le pagine ottimizzate per il PPC invece sono chiare (se fatte bene) e convertono in vendite molto più facilmente.
  4. Il cliente ti trova passando attraverso un tuo annuncio pubblicitario.
    Leggendo questo annuncio si "auto-targhettizza" (se l’annuncio è fatto bene).
    Ovvero si "prepara" a vedere cosa c’è nella pagina, e talvolta inizia un dialogo interiore che poi risulta utilissimo ai fini della vendita finale (se lo sai sfruttare).
  5. Le regole del posizionamento cambiano di rado (ad oggi circa 1 volta ogni 4/5 mesi, ma il concetto di fondo rimane sempre uguale).
    Pertanto una volta fatto un buon lavoro la campagna PPC va solo gestita con qualche ora di attenzione alla settimana per accertarsi che tutto funzioni (il tempo da dedicare dipende dalla grandezza della campagna ovviamente).
  6. Le modifiche alle impostazioni della campagna danno risultati (quasi) in tempo reale consentendo di fare modifiche rapide e opportune.

Ovviamente un ottima risorsa per imparare Google AdWords è la mia guida. Ma sei libero di non fidarti di me, ti confesso che sono "leggermente" di parte nel dare questo giudizio :)
In un prossimo articolo vedremo i vantaggi specifici della Search Engine Optimization (SEO).


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto
(C) GOOD MARKETING SYSTEMS LTD
PRIVACY, COPYRIGHT E TIPO DI LICENZA CREATIVE COMMONS