Acquisizione Clienti: AdWords e PPC. Difficile spiegarlo alle aziende?

Scritto da in Acquisire Clienti, Acquisizione Clienti, AdWords, lead generation, PPC | 0 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Nel post precedente ho parlato di Acquisizione Clienti e Google AdWords.

Ripensando alla mia storia di consulente aziendale ho avuto modo di provare più volte come questo approccio (landing page separata con campagna adwords ad essa dedicata) venga spesso inizialmente "mal digerito" dall’azienda cliente.

La cosa che risulta difficile da credere per l’imprenditore è come una semplice pagina di (quasi) solo testo possa battere in performance pagine molto curate graficamente e piene di riferimenti ed "effetti speciali".

Più volte nella mia storia ho dovuto "convincere" l’azienda ad utilizzare l’approccio che consigliavo "dati alla mano", per cui impostando uno split test tra la pagina ottimizzata per il lead e la pagina dei contatti del form aziendale.

In casi come questi suggerisco al consulente di comprendere le ragioni dell’azienda senza tentare di "indottrinare", piuttosto facendogli vedere (mostrando i report dei risultati) le differenze in termini di conversione e di costo per lead che si è riusciti ad ottenere in casi analoghi in passato.

Dati validi in questo senso riescono a "convertire" anche l’imprenditore più ostico ;)


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

PPC (Google AdWords) o SEO? – Parte 4 -

Scritto da in AdWords, Google AdWords, Pay Per Click, PPC | 0 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


In alcuni post precedenti ho affrontato l’argomento SEO vs PPC.

Ora qui traggo le mie conclusioni.

Personalmente quando devo lanciare un business parto dal Pay Per Click.

Perché?
Perché è più immediato e perché consente di fare test e split test per iniziare a vendere fin da subito (facendo quindi ritornare presto l’investimento di sito web e campagna AdWords per il cliente).

Una volta ottimizzato sito web e campagna arriva per me il momento del SEO.

Per evitare però di trasformare il sito da una logica "user oriented" ad una logica "search engine oriented" (o per evitare di fare un mix tra le due che è cosa ancora peggiore) suggerisco al cliente di creare un blog aziendale.

Tale blog ha diverse funzioni: la prima è quella di spingere su tutta una serie di parole chiavi che attraverso il PPC abbiamo visto essere produttive. La seconda quella di coltivare ed "addestrare il cliente" alla tipologia di prodotto che il cliente vende (logica lead nurturing, di cui presto parlerò meglio).

Pertanto benvengano sia il PPC che il SEO, dal mio punto di vista sono da fare sempre entrambi. Ma anche l’ordine conta ;)


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

Pay Per Click (Google AdWords) o Search Engine Optimization? – Parte 3 -

Scritto da in AdWords, Google AdWords, Pay Per Click, PPC | 0 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Continuo qui le mie riflessioni sulla scelta PPC / SEO.

Parliamo dei vantaggi del SEO.

  1. E’ gratis (almeno così dovrebbe essere, oggi in realtà non è spesso così).
  2. E’ meno attaccabile nel lungo periodo (in effetti dopo una buona ottimizzazione è più difficile per i competitor entrare sul mercato). C’è quindi una maggiore barriera all’entrata.
  3. Consente di ottenere volumi di traffico molto elevati spesso non ottenibili con il PPC a parità di costi.
    C’è però da dire che è un traffico di qualità inferiore rispetto a quello del PPC, in quanto il cliente arriva alla pagina che il motore di ricerca sceglie, spesso non ottimizzata per accoglierlo ma solo per essere trovata dai motori.
  4. Una buona ottimizzazione per alcune chiavi di ricerca porta automaticamente ad un buon posizionamento anche di tutte le successive chiavi di ricerca che si inseriscono nel sito.
    Ciò è MOLTO MOLTO importante ed è ad oggi il più grande vantaggio di un buon lavoro a livello SEO.

Come vedi quindi anche il SEO ha la sua bella utilità.
Dal questo punto di vista una risorsa che trovo particolarmente interessante è quella di BioRanking, un corso per ottimizzare le proprie pagine web senza preoccuparsi troppo dei capricci dei motori di ricerca (che cambiano spesso le loro regole di posizionamento).
Se vuoi saperne di più puoi andare qui a vedere di cosa si tratta.

In un prossimo articolo trarrò le mie (personalissime) conclusioni su come utilizzare al meglio una strategia congiunta SEO / PPC.


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto

PPC (Google AdWords) o Search Engine Optimization? – Parte 2 -

Scritto da in AdWords, Google AdWords, Pay Per Click, PPC | 0 commenti


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


In un precedente articolo parlavo dell’eterno dilemma: SEO o PPC?

Voglio elencare in questo post i vantaggi del Pay Per Click.

  1. Sei online (e visibile) subito. Diciamo 5 minuti.
  2. Hai un controllo diretto sul tuo traffico. Nel senso che puoi essere presente per tutte le parole chiave che vuoi fin da subito.
  3. Non devi ottimizzare la pagina perché sia trovata dal motore di ricerca.
    Al contrario devi ottimizzare la pagina perché sia accattivante per il cliente (ovvero perché il cliente compia l’azione che tu vuoi). Può essere ad esempio fargli lasciare l’email o, meglio ancora, fargli concludere la vendita.
    Di solito le pagine ottimizzate per il SEO sono confuse e non accompagnano il cliente per mano alla vendita.
    Le pagine ottimizzate per il PPC invece sono chiare (se fatte bene) e convertono in vendite molto più facilmente.
  4. Il cliente ti trova passando attraverso un tuo annuncio pubblicitario.
    Leggendo questo annuncio si "auto-targhettizza" (se l’annuncio è fatto bene).
    Ovvero si "prepara" a vedere cosa c’è nella pagina, e talvolta inizia un dialogo interiore che poi risulta utilissimo ai fini della vendita finale (se lo sai sfruttare).
  5. Le regole del posizionamento cambiano di rado (ad oggi circa 1 volta ogni 4/5 mesi, ma il concetto di fondo rimane sempre uguale).
    Pertanto una volta fatto un buon lavoro la campagna PPC va solo gestita con qualche ora di attenzione alla settimana per accertarsi che tutto funzioni (il tempo da dedicare dipende dalla grandezza della campagna ovviamente).
  6. Le modifiche alle impostazioni della campagna danno risultati (quasi) in tempo reale consentendo di fare modifiche rapide e opportune.

Ovviamente un ottima risorsa per imparare Google AdWords è la mia guida. Ma sei libero di non fidarti di me, ti confesso che sono "leggermente" di parte nel dare questo giudizio :)
In un prossimo articolo vedremo i vantaggi specifici della Search Engine Optimization (SEO).


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Leggi Tutto
(C) GOOD MARKETING SYSTEMS LTD
PRIVACY, COPYRIGHT E TIPO DI LICENZA CREATIVE COMMONS