*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Oggi ti parlo di una “filosofia” di pensiero a cui sono particolarmente legato.

Quello che io chiamo “la leva”

In cosa consiste?

In pratica consiste nel “reciclare, reciclare, reciclare”… tutte le volte possibili, tutto quello che puoi.

Nota bene: questo non ha nulla a che fare con la natura (anche se, anche lì, reciclare è consigliabile).

Mi spiego meglio.

Qualche anno fa avevo frequentato dei corsi di imprenditori internazionali di successo.

La cosa che mi aveva colpito più di tutte era in quanti business tali imprenditori fossero implicati… in contemporanea.

Analizzando meglio la situazione, mi sono reso conto che l’elemento che accomunava il loro approccio era quello di fare leva, più e più volte, su ogni cosa che sviluppavano.

Cosa significa fare leva?

Significa che quando sviluppi un contenuto, un prodotto… o ancora meglio del know how specifico…

… hai fatto del lavoro che puoi riutilizzare per far si che tale tempo renda due, anche tre volte.

Il caso tipico è quello del marketing, e in questo caso mi viene da citare naturalmente Nicola Fiabane.

Nicola da quando lo conosco ha sempre avuto a che fare con più business contemporaneamente.

Ora che gestisce più di 100mila euro al mese di budget pubblicitario (ma non di consulenza, di capitale di sue società!) è evidente come lui usi l’approccio seriale con particolare maestria (ne ha parlato anche in Marketing 80-20).

In pratica se lui trova una soluzione per una campagna di lead generation in un mercato X…
… pensa sempre a come, tale campagna, potrebbe dare risultati in un altro settore differente.

Se lui impiega del tempo ad analizzare un nuovo mercato e per qualche motivo decide di non entrare con il suo business principale…
… cerca sempre di “reciclare” tale tempo per trarne indicazioni utili in mercati dove affini.

Da lui ho imparato che con l’ottica seriale si risparmia tempo e si produce di più

Anche il mio amico Piernicola de Maria è molto bravo in questo. Eclatante il caso di quando ha “reciclato” (passami il termine), adattandolo un po’, il contenuto di diversi audio seminari che aveva prodotto … per scrivere il suo libro.

Come ti dicevo la stessa identica cosa vale soprattutto per il tuo know how.

Se studi marketing, ha senso che fai consulenza. Ma ha senso anche che sviluppi business tuoi

Se sei un venditore, ha senso che vendi per l’azienda che ti ha assunto. Ma ha anche senso che inizi un network marketing basato sulla vendita, perché buona parte dell’abilità che ti serve ce l’hai già (questo in effetti è quello che consiglio ai consulenti che seguo).

Nel mio caso ad esempio ho sviluppato un know how importante relativo alla vendita: e l’ho subito inserito dentro i Sistemi di Acquisizione Clienti, così da “guadagnare 2 volte” con lo stesso Know How.

La stessa cosa vale a livello anche più “pratico”

Nel mio caso ad esempio se sviluppo un modello (template) di sales letter, o di squeeze, o di email per un cliente…

… quasi sempre riadatto lo stesso modello per un’altra cosa.

Gli esempi sono infiniti: basta che inizi a farci caso anche tu, e ti accorgerai come nella tua stessa professione o attività quante volte potresti “fare leva” su ciò che fai o sai.

Prova e ti renderai conto che con lo stesso tempo che hai oggi puoi guadagnare di più e avere anche più tempo libero.


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***