*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***


Qualche giorno fa ho avuto modo di parlare con un bravissimo imprenditore Internet che al suo attivo ha, oltreché diverse startup, anche un “exit” (ovvero l’essere riuscito a vendere la propria attività a terzi per qualche milione di euro).

Già questo fa di lui una figura quasi mitologica nel panorama Internet Italiano.

Devi sapere che tale imprenditore in questo momento è impegnato in ben tre startup differenti. O meglio: un concept unico declinato in 3 nicchie diverse.

Parlando con lui (discutevamo di acquisizione clienti) ho cercato di imparare qualcosa da condividere con te, e ho evidenziato in modo particolare due aspetti.

Dopo pochi minuti che parlavamo insieme mi sono subito accorto di come tale signore fosse focalizzato in modo particolare su un aspetto: acquisire contatti, tanti contatti, VELOCEMENTE, e a prezzi INFERIORI rispetto al prezzo di mercato.

Nota bene: prezzi inferiori, non zero.

Cosa puoi imparare da questo?

Che un imprenditore che fa sul serio non aspetta di fare “seo” per promuovere la sua idea, o non cerca di iniziare con strategie gratuite (belle, ma lente a partire).
Di questo ne avevamo parlato qui se ti ricordi.

Invece l’imprenditore con esperienza usa solitamente canali a pagamento, come il pay per click.

La seconda cosa che forse stai pensando è: “ok, tutti vorrebbero acquisire contatti ad un prezzo inferiore al prezzo di mercato. Ma come si fa?”

La risposta è talmente banale che sembra incredibile che non facciano tutti così.

E’ semplice: indipendentemente dalla piattaforma (DEM, Facebook, AdWords, etc.) si provano tante, tantissime versioni di pagine di acquisizione clienti diverse, secondo la logica dello split test.

Se ancora non sai cos’è uno split test è una particolare strategia che consente di mostrare 2 diverse pagine web al tuo navigatore, in modo casuale.

In questo modo puoi capire quale pagina funziona meglio.

E quando l’hai capito, puoi cercare di battere la precedente pagina vincitrice.

Questo consente, in qualche caso anche di triplicare il tasso di conversione medio.

Tanto per fare un esempio la maggior parte delle persone “esperte” prova 4-5 combinazioni massimo. Lui ne ha provate 30 in pochi mesi, e non aveva alcuna intenzione di finire. Non è magia: è metodo e consistenza nel tempo.

Quindi riepilogando: quali sono due tra le ricette di imprenditori internet di successo per iniziare una startup?

1 – bisogna focalizzarsi sul creare velocemente (anche a pagamento) un database di prospect (potenziali clienti).

2 – Bisogna fare ciò che quasi nessuno fa: ovvero provare decine e decine di soluzioni differenti, in modo che ogni contatto costi MENO rispetto al prezzo di mercato


*** Nota di servizio questo blog non è più in uso. Il nuovo blog è J.L.Marshall.it ***